Cerca nel sito

Avviso 5/2015

Fondimpresa, fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, promuove la formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese. Con l’avviso n. 5/2015 ha finanziato (attraverso le risorse trasferite al fondo dall’Inps) piani condivisi per la formazione dei lavoratori sui temi chiave per la competitività delle imprese aderenti: qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, innovazione dell'organizzazione, digitalizzazione dei processi aziendali, commercio elettronico, contratti di rete, internazionalizzazione. Finanziato nell’ambito di questo avviso il piano formativo “FORMAZIONE PER IL LAVORO” AVA/006A/15 è nato dall’analisi dei fabbisogni formativi espressi da 9 aziende piemontesi: Area Sport S.p.A.; Barberis Salumi S.r.l.; Be.Ca. S.r.l.; C.P.A. S.r.l.; F.lli Massiccio S.r.l.; G.B. Plastic S.r.l.; Hysytech S.r.l.; Step S.p.A.; Trale S.r.l.

Il piano qui proposto si caratterizza per la centralità della formazione connessa all’introduzione di significativi cambiamenti all’interno del mercato industriale delle imprese. Sono, in ogni caso, cambiamenti che non vengono calati dall’alto, come una sorta di “etichetta” artificiosamente assegnata “a posteriori”, ma scaturiscono dalle caratteristiche peculiari delle imprese e dalle loro già esistenti ed in parte ancor possibili interconnessioni. Il cambiamento è dunque il tratto distintivo che collega le aziende aderenti al piano. Un cambiamento che non nasce unicamente dall’evoluzione interna dell’impresa, ma è il risultato di uno processo continuo di scambi tra l’impresa stessa e il contesto esterno; tra l’impresa e i segmenti di mercato ai quali si rivolge e, più generalmente, tra l’impresa e la rete degli interlocutori con i quali interagisce (partner, fornitori, centri di ricerca, ecc.).

In questo piano, tutte le aziende che hanno aderito stanno portando avanti processi di cambiamento che investono i mercati di riferimento, con uno sguardo verso l’internazionalizzazione, i prodotti e i processi di produzione, il grado e le modalità di digitalizzazione dei processi stessi.

Delle nove aziende che aderiscono al piano, sei fanno parte del settore industriale. Tra queste, quattro operano nel comparto metalmeccanico (CPA, Trale, F,lli Massiccio, Step), una in quello della plastica (GB Plastic), una in quello alimentare (Barberis Salumi). Tre aziende fanno parte del settore dei servizi tra cui due imprese operanti nel comparto del commercio (Be.Ca e Area Sport), una in quello dei servizi d’ingegneria (Hysytech). Sono tutte piccole imprese, molte di queste collaborano già tra loro, come verrà in parte delineato nella presentazione analitica delle singole imprese e dei loro rapporti commerciali o di fornitura.

Il progetto prevede l’uscita di newsletter durante la sua realizzazione che sono scaricabili da questa pagina.

Vai all'inizio della pagina