Cerca nel sito

Avviso 4/2012

Alimentare i valori

Fondimpresa, fondo paritetico interprofessionale, costituito da Confindustria – CGIL, CISL, UIL per la promozione della formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese, con l’Avviso n. 4/2012 ha finanziato (attraverso le risorse trasferite al Fondo dall’INPS) la realizzazione di Piani formativi condivisi tra le parti sociali e rivolti alla formazione su tematiche ambientali, sicurezza e innovazione organizzativa dei lavoratori e delle lavoratrici delle imprese aderenti a Fondimpresa.

Il Piano formativo Alimentare i Valori, presentato sull'Avviso 4/2012 dall 'ATS Poliedra Progetti Integrati spa, ATF Studio soc. coop., Fondazione Metes, è nato dall’analisi dei fabbisogni formativi espressi da 86 aziende presenti in Piemonte, Sicilia, Campania e Lazio.
Il Piano consta di 165 domande di formazione per 3182 ore che riguardano in particolare le seguenti tematiche: la Sicurezza Alimentare e la Qualità, il Marketing e le Vendite, l’Organizzazione e la gestione organizzativa, le Lingue straniere, l’Informatica, la Contabilità e il controllo economico e finanziario, la Sicurezza del lavoro e Specifici sistemi di produzione.

Le aziende si sono dimostrate orientate a promuovere o a rafforzare la loro presenza sui mercati esteri focalizzando le loro esigenze formative verso l’area della sicurezza e qualità alimentare al fine di acquisire le competenze per l’implementazione e il mantenimento di sistemi aziendali certificati sulla base di standard internazionali (BRC – IFS) e quella del marketing e delle vendite sottolineando l’esigenza di un rafforzamento sia in termini strutturali che professionali delle funzioni commerciali. Oltre a ciò, le stesse aziende mostrano una buona domanda, sia pure in termini relativi, di competenze linguistiche (riconducibili quasi esclusivamente alla conoscenza dell’inglese) e di competenze informatiche (quasi del tutto orientate a quelle occorrenti per l’utilizzo del web a scopi commerciali).

Le aziende prevalentemente orientate a entrare nel canale della grande distribuzione (o a rafforzare la loro presenza in esso) sono perlopiù interessate all’area della sicurezza e della qualità alimentare, in ragione del fatto che le grandi catene distributive pongono il possesso di certificazioni internazionali (BRC e IFS) e l’applicazione delle procedure di tutela igienica e sanitaria (HACCP) tra le condizioni indispensabili per la fornitura. Non di minore interesse pare essere, per queste aziende, l’area del marketing e delle vendite, indicata, là dove è richiesta, come utile non soltanto per potenziare la rete commerciale, ma anche per acquisire maggiori capacità di condurre procedure negoziali e definire accordi contrattuali complessi. In queste aziende, è al contrario poco presente la domanda di formazione rivolta alle aree organizzativa, linguistica e informatica.

Infine, le aziende orientate verso “altre” strategie sono prevalentemente motivate dalla necessità di dare applicazione alle norme relative alla sicurezza del lavoro e alla tutela sanitaria dei prodotti. La richiesta di competenze informatiche manifestata da questo gruppo proviene dalle imprese della pesca e riguarda l’impiego dei dispositivi di supporto alla navigazione.

I percorsi formativi individuati sono basati su un approccio didattico che prende l’esperienza dei singoli partecipanti come punto di partenza di ogni percorso di apprendimento e sono calibrati di volta in volta a seconda delle esigenze della singola azienda. Il Piano Formativo Alimentare i Valori ha iniziato ad attuare le azioni formative all'inizio del mese di ottobre 2013 e terminerà il periodo di realizzazione delle azioni formative il 9 luglio 2014.

Per maggiori informazioni sul Conto di Sistema di Fondimpresa:
www.fondimpresa.it

Il progetto prevede l’uscita di due newsletter durante la sua realizzazione che sono scaricabili da questa pagina

Vai all'inizio della pagina