Cerca nel sito


Compila il questionario

Avviso n. 1/2016

MEMO

Fondimpresa, fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, promuove la formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese. Con l’avviso n. 1/2016 ha finanziato (attraverso le risorse trasferite al fondo dall’Inps) piani condivisi per la formazione dei lavoratori sui temi chiave per la competitività delle imprese aderenti.

Il piano formativo “ME.MO. - MEtalmeccanica in MOvimento” AVS/034A/16 finanziato su questo avviso è un progetto realizzato dall’ATS costituita da: POLIEDRA Progetti Integrati S.p.A.(capofila), Saip Formazione S.r.l., Co.S.Mo. Servizi S.r.l., Civita S.r.l., E.I.T.D. S.c.ar.l., FOR.P.IN. S.c.ar.l. ed è stato redatto sulla base di un’approfondita analisi delle caratteristiche del settore metalmeccanico, in primis tramite l’esame delle principali fonti di ricerca sul settore, quindi compiendo uno studio del contesto dal macro al micro (ossia studiando le caratteristiche del settore metalmeccanico a livello nazionale, regionale e locale, con una particolare attenzione agli elementi innovativi e/o di cambiamento su diverse aree tematiche) infine individuando, tramite l’analisi della domanda e dei fabbisogni, le peculiarità della singola azienda aderente.

Questa la ripartizione territoriale delle 67 imprese aderenti al piano:

Tabella 1: Distribuzione delle imprese aderenti al piano sul territorio nazionale

Il lavoro di indagine svolto ha permesso di mettere in evidenza come la domanda di formazione riferita a una stessa area corrisponda in realtà a situazioni e problematiche diverse da azienda ad azienda, che richiedono quindi programmi e interventi formativi differenziati. Attraverso il processo di indagine si sono potute predisporre azioni formative coerenti con gli obiettivi e le prospettive di sviluppo aziendale in un’ottica di miglioramento continuo, delineare l’architettura dei vari moduli formativi corrispondenti alle competenze critiche rilevate in contesto, individuare le strategie formative e i contenuti specifici che permettono di rispondere ai problemi identificati.

I fabbisogni rilevati nelle aziende aderenti al piano, in relazione alle aree tematiche previste nell’art.3 dell’avviso 1/2016, hanno dato i seguenti risultati: l’area finalizzata alla digitalizzazione dei processi aziendali è quella che ha ottenuto, da parte delle imprese aderenti al Piano, l’adesione più ampia. Hanno chiesto di realizzare azioni formative a essa riconducibili 32 aziende, seguite, nell’ordine, dalle 26 aziende orientate alla realizzazione d’interventi per qualificare i processi produttivi e dei prodotti e dalle 19 aziende interessate a iniziative formative per l’internazionalizzazione come rappresentato nella tabella che segue.

Tabella 2: Distribuzione della domanda di formazione per area tematica e dimensione aziendale

La domanda di formazione espressa dalle 67 aziende presenti nel Piano si è concretizzata in un’ipotesi d’intervento comprendente 85 azioni formative, 11 delle quali a carattere interaziendale. L’insieme delle azioni formative previste è riconducibile a tre aree tematiche, comprese tra le sei indicate dall’Avviso 1-2016 ‘Competitività’. Si tratta delle aree attinenti la qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, la digitalizzazione dei processi aziendali, l’internazionalizzazione (si veda tabella 1) che perseguono l’obiettivo generale di supportare o innescare processi atti a rafforzare la competitività aziendale.

Tabella 3: Riepilogo delle aree tematiche coinvolte nelle azioni formative richieste dalle azienda

Il Piano Formativo ha iniziato ad attuare le azioni formative a inizio Febbraio 2017 e terminerà il periodo di realizzazione delle azioni formative a metà Dicembre 2017.

Per maggiori informazioni sul Conto di Sistema di Fondimpresa:
http://www.fondimpresa.it

Il progetto prevede l’uscita di tre newsletter durante la sua realizzazione che saranno scaricabili da questa pagina.

Vai all'inizio della pagina